IL DIARIO è il contenitore dei miei pareri professionali da makeup artist, della mia storia, delle mie esperienze, avventure e disavventure, sbagli e successi. Ma è anche la raccolta di piccoli pensieri personali, è una parte di me. IL-DIARIO-categoria-articoli-blog-carlocapezzera-makeup


Buongiorno!
Continua il piccolo ‪#‎Diario‬ della mia “Vita da Make Up Artist”: eravamo rimasti alla “chiamata”.Avevo quindi deciso, senza alcuna folgorazione in realtà, di buttarmi in questa professione.
Dico senza folgorazione alcuna perchè il tutto è stato pensato, analizzato, “sentito” e voluto non sulla scia di una sensazione del momento.
Da dove iniziare?Come molti, non lo nascondo, grazie a Youtube, il mio primo approccio è stato probabilmente con Clio Zammatteo. In quel periodo non si faceva che parlare di lei e così iniziai a seguirla. Era simpatica, accattivante, non annoiava.
Dopo aver però seguito molti suoi tutorial ho iniziato a scoprire altro, molto altro. Perchè in realtà il mio desiderio era diverso, cercavo qualcosa di più, volevo andare oltre….non era esattamente quello che pensavo fosse questa professione, o almeno non solo quello.Le mie collezioni di pubblicità mi raccontavano molto di più.Sempre tramite Youtube iniziai ad assaporare i video di Lisa Eldridge, che come molti sanno è probabilmente la mia Artista preferita. Già la conoscevo in realtà, perchè avevo letto la sua firma su tante copertine di Vogue, ma ovviamente vederla in video mi ha dato modo di approfondire molti suoi aspetti. Amo il suo modo di porsi, l’eleganza, la signorilità, lo charme, la professionalità e la conoscenza che mette a disposizione nei suoi tutorial.E così per circa 3 mesi, iniziai a spulciare ogni tutorial possibile, Charlotte Tilbury, Jordan Liberty, Robert Jones solo per citarne alcuni, MAC, Make Up Forever, Kryolan… ma anche Daniele Lorusso che aveva da poco iniziato…fino a quando venne la necessità di trovare una Accademia a Roma…ma questo ve lo racconterò nella prossima puntata.Se siete arrivati fino a qui…Grazie e se vi va lasciate un commento!

Ho deciso di riprendere un vecchio progetto che iniziai quando aprii la mia Pagina Facebook

Spesso mi viene chiesto “chi sono”, e perché ho deciso di intraprendere questa professione. Bene, mettetevi comodi se volete, cercherò di spiegarla in maniera simpatica.

Il piccolo Carlo è cresciuto come tanti bambini in Italia e ha in qualche modo sempre espresso interesse per le “arti”. Ballo, canto, recitazione, disegno, vestiti, acconciature. Ricordo che al liceo collezionavo “pubblicità” dalle riviste patinate. profumi, make-up, campagne di moda, macchine, gioielli. Mi piaceva guardarle, toccarle (avevo una particolare attenzione nella scelta anche della carta). Ma queste sono cose che potrebbe aver fatto chiunque.
Sono cresciuto, mi sono diplomato, l’università, la ricerca di un lavoro, tanti lavori, tante esperienze, tante persone incontrate nella mia vita. Tanti contratti purtroppo precari come tante persone nel nostro Paese.
Alla tenera età di 35 anni, ho sentito, ho deciso, ho valutato la necessità di un cambiamento. Il lavoro non mi è mai mancato (fortunatamente), ma anche la ricerca non mi è mai mancata (purtroppo o per fortuna?), perchè immancabilmente arrivava sempre il momento della scadenza del contratto.
E si doveva ricominciare da capo. Di nuovo, sempre, continuamente, immancabilmente…”stancamente”.
Mi sono detto…”buttati in altro, mal che vada sarai un precario come lo sei adesso, ma forse la tua voglia di “fare”, creare, sperimentare potrebbe darti la spinta per combinare qualcosa”.
E così ho cominciato a guardarmi intorno. Ho sempre amato la fotografia, la grafica, la comunicazione visuale. Un corso di fotografia? “Designer di moda…mmm forse di interni. A teatro recitavo e mi truccavo anche, ci hanno insegnato a truccarci….
Un corso di trucco professionale! Ecco! E così è stato…
Se la puntata è stata di vostro interesse, fatemelo sapere nei commenti e continuerò a raccontarvi le mie “avventure”.