il blog

Attrezzatura da makeup artist Parte 4 – Cosmetici

cosmetici-KIT-Pro-Makeup-artist-cosmetics-truccatore-post-Blog-carlocapezzera

Arriviamo alla quarta parte che riguarda i cosmetici essenziali per un Kit di base, performante ed accessibile.

Se il tuo problema è quello di costruire un kit di prodotti validi “professionali” ma devi anche fare i conti con…i conti (€€€), allora potrai trovare diversi spunti e soluzioni.

Come sempre, se non hai letto le prime tre parti potrai trovarle qui:

 

Attrezzatura-consigli-per-chi-inizia-makeup-artist-carlocapezzera-articolo-blog

 

 

Contenitori, borse, accessori

 

Skin-Care-100-consigli-Attrezzatura-da-makeup-artist-carlo-Capezzera Skin Care

 

 

quali-pennelli-comprare-per-un-kit-makeup-artist-professionista-economici-risparmiare I Pennelli

 

Dividerò il Post per tipologia di prodotto

  • Fondotinta e Correttori
  • Polveri Compatte
  • Polveri Libere
  • Matite occhi
  • Matite labbra
  • Rossetti/fard in crema
  • Altri cosmetici utili

 

Fondotinta e Correttori

Iniziamo dalla base, che è probabilmente la cosa più importante  di tutti i prodotti cosmetici per il trucco vero e proprio (ma cosa è il trucco vero e proprio? Se ti va di scambiare idee, rispondi nei commenti).

Non è facile inizialmente capire come arrivare al giusto compromesso di colore ma lo scopo è quello di arrivarci capendo come i colori dei prodotti interagiscono con il colore di base, cioè la pelle. Questo è sicuramente fondamentale per fondotinta e correttori ma vale per tutto.

Il mio consiglio per organizzare al meglio il proprio “teSSSoro” di fondotinta e correttori base, considerando la qualità ma anche la spesa di questo cometico, è quello di avere le idee ben chiare per quel che riguarda teoria e pratica della teoria dei colori.

Bisogna aver acquisito non solo le conoscenze teoriche ma anche quelle pratiche, aver allenato l’occhio a capire cosa vuol dire schiarire, scurire, illuminare, ombreggiare, scaldare, freddare, aggiustare di giallo, di rosa, di pesca, di XXX per poter acquistare poi i prodotti giusti, pochi, ottimizzati, accessibili.

Lo sbaglio che spesso si fa è quello di comprare troppi colori e/o troppi finish. Forse perchè io non ho mai avuto risorse infinite e quindi ho imparato a sfruttare quel che avevo o ad “inventare” una soluzione che funzionasse, in relazione a ciò che possedevo.

E lo faccio ancora oggi, il mio approccio è e sarà sempre quello della sostenibilità, impariamo a sfruttare quel che abbiamo e consumiamolo tutto prima di comprare nuovi cosmetici specifici. Anche se oggi posso permettermi di comprare qualche prodotto in più ma non chissà quanti.

Di sicuro se avessi una cifra spudorata (cit.) (chi la ricorda?), acquisterei tutti i fondotinta esistenti sul pianeta terra, solo per il gusto e la curiosità di provare le consistenze e i colori.

Per il mio modo di lavorare sono arrivato ad avere quelle due o tre tipologie di fondo tra finish e colori che mi permettono di coprire le attuali esigenze. Ed eventualmente acquisto quando e se necessario.

Mi definisco un professionista che è nato e cresciuto con i fluidi ma che si sta evolvendo con i compatti.

I prodotti e le marche che vi indico sono tra quelle che conosco, ho usato o uso, ho provato e che ritengo essere di facile reperibilità anche per testarle dal vivo prima di comprarle.

Ne conosci altre? Ti va di scambiare esperienze ed opinioni? Lasciami un commento a riguardo.

 

MAC Cosmetics

Sono nato e cresciuto con MAC, il mio kit iniziale era quasi totalmente MAC ed ho imparato ad usare, studiare, testare, valutare ed anche criticare questa straordinaria azienda.

Ho appena detto che è straordinaria e lo credo veramente, ma parto dicendovi che non  amo particolarmente i fondi di MAC, fatta eccezione per alcuni prodotti.

Il primo prodotto che è stato il primo amore e che rimane tutt’ora un mio “must have” è il Face&Body. Alcuni lo amano,alcuni lo odiano, alcuni non sanno sfruttarlo, alcuni non hanno interesse alcuno a conoscerlo. Scoprirete con il tempo se fa per voi oppure no.

Sul Face&Body (che si pronuncia BODI e non BAAAAdi :P )  ho scritto un post approfondito che nei prossimi giorni andrò a riesumare e rivedere. Ad ogni modo parliamo delle colorazioni secondo me necessarie, utili e funzionali.

Fondotinta Fluidi

Face&Body

Colori Caldi

Due colorazioni sono sicuramente tra le più utili e versatili, C2 e C4 ed eventualmente con il tempo un C7 o 5, ma il 2 ed il 4 saranno già sufficienti, e se vogliamo ancora ridurre all’osso, il C2 sicuramente.

Colori Freddi

Face&Body non ha la classica divisione MAC tra NC e NW, ma il  Bianco è un colore freddo dal punto di vista tecnico. Vi sarà molto utile per schiarire/freddare quando necessario o per tante altre cose. Non è il colore primario che vi consiglio ma pensateci perchè potrebbe rivelarsi utile .

Neutri

La classificazione N sta proprio per Neutri, e sono colori molto belli, tra i più utili: N1, N2, N5

Non sono strettamente necessari, il C2 e C4 inizialmente possono essere sufficienti. Tuttavia con il tempo valutate anche un paio di N.

Studio Fix Fluid

Si tratta di un fondo ad alta coprenza, fluido, finish opaco, modulabile, miscelabile con “tutto”.

Da solo non lo amo, ma in una miscela di “Studio Fix, Face&Body e crema idratante o primer idratante” rende molto bene.

Nel caso vogliate dirigervi su un kit di fondotinta “tutto MAC” è probabilmente il più versatile insieme al Face&Body e ad una crema idratante adatta o ad un primer/illuminante per modificare il finish, se invece avete oprato per altre marche, allora potete tranquillamente farne a meno.

Le colorazioni che consiglio sono sostanzialmente le solite

NC15, 25 o 30 o oltre se necessario.

Non indispensabile ma utile un NW 10, 15, 25: utile se non avete altri colori neutro/freddi, non indispensabile se potete usare altro.

Compatti

Full Coverage

E’ un fondo compatto ad alta coprenza, facilmente diluibile con il F&B stesso o con altri prodotti di MAC o semplicemente con una crema idratante, Embryolisse in primis. E’ utile ma non indispensabile se già avete una alternativa di compatti nel vostro Kit.

I colori che consiglio sono:

Caldi

NC 15, 25 eventualmente un NC30 o 35 o più scuro, ma se già avete un colore caldo scuro e molto scuro di altro tipo, allora non vi servirà probabilmente oltre il 30/35.

Freddi

NW 25

Correttori

I Correttori sono dei cosmetici fondamentali, forse ancor più del fondotinta, e devono, perchè lo sono, essere usati in maniera trasversale e “creativa”. Non servono solo a coprire dove il fondotinta non riesce ma servono anche da “Color Corrector” e da “Adjuster” per modificare il colore di base del fondo, schiarire, scaldare/freddare.  Valutateli con estrema attenzione perchè saranno vostri compagni fidati per tante cose.

Quelli che vi consiglio, perchè utili e funzionali sono:

  • PRO PALETTE STUDIO FINISH SKIN CORRECTOR X 6

Utilissima e compatta palette con corrector e concealer di base

  • STUDIO FINISH SKIN CORRECTOR

In cialde singole per costruire la voltra palette, in particolare consiglio i colori:

  • Pure Orange
  • Light Peach
  • Terracotta

Utili sono anche Blonde Ash e Deep Brown

Insieme offrono una gamma completa di colori, ottima versatilità e tenuta. L’unica pecca forse è che se fossero venduti tutti singolarmente sarebbe più facile creare la propria palette senza poi doverli eventualmente depottare.

 

Se avete deciso che il vostro fondotinta di base sarà lo Studio Fix Fluid e/o il Face&body, potrebbero essere molto utili per il viso ma non sempre per la zona sotto oculare.

 

Per quello che riguarda la mia esperienza, mentre per i Fondotinta con il tempo ho lasciato molto MAC, tranne il Face&Body, i correttori rimangono a mio avviso un prodotto molto performante e ricco di colori e temperature.

KIKO

 

Non esiste solo MAC Cosmetics, e per un libero professionista credo sia corretto e doveroso non fermarsi ad un unico brand ma spaziare e sperimentare sempre nuovi cosmetici

KIKO Milano viene visto da alcuni professionisti italiani come “cheap” e “poco professionale”. Anche da alcuni consumatori viene percepito ancora in questo senso. All’estero non è esattamente così. Eppure si tratta di una azienda italiana che produce ottimi prodotti, una vasta gamma di finish, colorazioni e negli ultimi anni ha spostato molto l’attenzione verso il settore pro. Il tutto a prezzo sicuramente competitivi considerando alcuni prodotti.

 

Non tutti i prodotti cosmetici di questa azienda soddisfano al momento le esigenze di un professionista, almeno secondo il mio personale punto di vista, ma non posso non nominare un fondotinta che considerando il prezzo estremamente competitivo di 7,99, offre una vasta gamma di colorazioni, una ottima resa anche fotografica, una versatilità di miscelazione: Smart Hydrating Foundation

La formulazione è leggermente cambiata, il vecchio “Universal FIT” a mio avviso era forse un pelino più performante. Ad ogni modo può essere utile averlo nel kit come colori aggiuntivi o come “fondo” da battaglia nella prima parte del vostro percorso costellata da gavetta a vostre spese, collaborazioni etc etc. Anche solo per esercitarvi.

I colori che consiglio sono:

Warm Beige 05, 15 ed eventualmente  130

Neutral 05 e/o 20 ed eventualmente 145 o 170

Warm Rose 01 e/o 05 o soltanto un Cool Rose 10

Dal “cheap” passiamo a due brand che sicuramente cheap non sono.

 

Laura Mercier

Considerando tutta la gamma cosmetica prodotta da questa azienda sicuramente saliamo su di prezzo e spesso anche di resa. Un prodotto che apprezzo particolarmente e che ho acquistato sicuramente non all’inizio ma quando ho avuto la possibilità e la necessità di introdurre anche un brand più “alto” è stato, ed è ancora oggi il Secret Camouflage. Le colorazioni sono diverse, quelle che consiglio maggiormente sono la SC 2, 3 e 4

 

Giorgio Armani

Stesso discorso di sopra, di sicuro non si tratta di un fondotinta economico e sicuramente non è indispensabile averlo in particolare agli inizi. Tuttavia, andando avanti e magari avendo necessità di avere anche un Brand “luxury”, sicuramente il Luminous Silk è un fondotinta molto particolare, performante e apprezzato. Le colorazioni utili sono diverse, non esiste una vera distinzione tra caldi e freddi, il 2, il 4, il 4.5, il 6 e i colori di mezzo sono tra i più utili.

RCMA

Attualmente è la marca che uso principalmente da circa un paio di anni, insieme ad altre. Ho deciso di comprare questo prodotto quando ho avuto la necessità di un cosmetico che avesse diverse caratteristiche contemporaneamente:

  • Che fosse performante
  • Estremamente versatile
  • Quanto più possibile compatto
  • Che mi offrisse al contempo colorazioni utili e miscelabili
  • Che avesse un prezzo accettabile

Ho così effettuato l’acquisto della Palette VK#11

Si tratta di un prodotto in crema compatta con il 50% di pigmenti, offre quindi la possibilità di poterlo usare come correttore e come fondotinta, e modulandolo appositamente con un Mixing Medium o con una crema idratante adatta, di ottenere svariati gradi di coprenza dal “mascherone” al “makeup no makeup”. Ne basta un quantitativo minimo, per questo le quantità sono ristrette.

L’unico errore che ho commesso, è stato quello di comprare la palette già fatta (predico bene e razzolo male), è stata la prima volta in vita mia. Non è stato esattamente un errore ma i colori all’interno non coprono tutte le necessità, sarebbe da accoppiare alla #10 e alla Complexion o ancora meglio sarebbe molto utile scegliere i colori singoli e comporre la propria palette.

Se siete interessati ad approfondire questo prodotto cercherò di scrivere una review dettagliata in futuro, magari fatemelo sapere.

Ombretti, Fard, illuminanti in polvere

Passiamo ad un’altra tipologia di cosmetici e cioè tutti i prodotti in polvere compatta. Il mio consiglio è sempre quello di evitare l’acquisto di palette già pre-confezionate ma orientarvi verso la costruzione della vostra utilizzando palette contenitori anche da 15/30 scomparti o a libera installazione. Questo è a mio avviso l’unico approccio che ottimizza la spesa e la resa, permettendovi di limitarvi ai colori essenziali e veramente “must have” che possono sempre essere integrati ed arricchiti con il tempo.

Inizialmente avrete bisogno di circa sei/otto ombretti anche meno, due/quattro fard, uno/due illuminanti. Nel tempo aumenterete la gamma dei colori e dei finish.

I colori degli ombretti che più di tutti utilizzerete e di cui avrete sempre in genere bisogno sono i colori ombra naturali, caldi, freddi, neutri più o meno chiari, più o meno scuri.

Inizialmente saranno più che sufficienti:

  • Un nero assoluto, opaco e ben pigmentato (per me il migliore è e rimane “Black Out” di Urban Decay)
  • Un marrone neutro/freddo medio tipo Espresso di Mac
  • Un marrone neutro/caldo medio opaco
  • Un marrone neutro chiaro opaco (non strettamente necessario ma utile)
  • Un arancione opaco (non tutti ne avvertono la necessità, quindi valutate)
  • Un rosa caldo, pesca opaco (che potrebbe essere anche un fard)
  • Un beige neutro chiaro color pelle opaco (che potrebbe essere anche un ombretto in crema)
  • Un color champagne, giallo, oro chiaro o anche rosato freddo satinato (sostituibile anche da un illuminante leggero)
  • Un prugna non troppo viola, cioè non troppo freddo
  • Alcuni colori freddi come un verde bottiglia e un blu notte, blu di Prussia o celeste possono essere utili ma prima di tutto nell’elenco vengono gli altri. Senza un blu potete fare molto, senza un   marrone potete fare molto poco.

Come vedete, non ho organizzato questa sezione per Brand, ho nominato MAC più che altro per fare riferimento al tipo di colore.

Basandomi sulla mia conoscenza ed opinione, ritengo che siano poche le marche performanti per ciò che riguarda gli ombretti, se le consideriamo  non in assoluto ma relativamente a:

  • Performance
  • Accessibilità
  • Prezzo
  • Vendita di cialde singole

MAC, Make Up Forever, Urban Decay, e Kryolan

Per quel che riguarda la perfomance, ritengo che gli ombretti di Kryolan siano eccezionali in quanto a scelta di colori ma per il mio modo di lavorare, non performanti nell’ambito “beauty-sposa-fotografia” perchè sono spesso polverosi. In teatro trovano invece largo uso perchè sono effettivamente molto versatili ed utilizzabili anche da bagnati (anche gli opachi). Ma ovviamente si tratta della mia opinione e quindi se amate Kryolan, sicuramente troverete una declinazione infinita di colori e finish. Stesso discorso vale per KIKO e NYX, non in assoluto ma molti prodotti hanno il difetto della polverosità e per me è invece una caratteristica fondamentale.

Per quanto riguarda i colori di fard necessari, inizialmente saranno sufficienti un rosa pesca e un rosa più freddo medio chiari, qualcosa come Melba e Peach di MAC Cosmetics. Per le ombre un ottimo colore è Sculpt, sempre di Mac. Oltre ad un fard marrone neutro/freddo, vi consiglio di averne anche uno più caldo. Tuttavia molte variazioni di temperatura si possono ottenere con l’uso di ombretti.

 

Cipria

 

La cipria è assolutamente necessaria, una buona cipria traslucida. Vi nomino di seguito quelle che ritengo migliori:

Laura Mercier

Il prezzo di circa 43€ potrebbe spaventare o sembrare elevato, considerate però che si tratta di una confezione da 29 gr.

Altrettanto conveniente sia per qualità che per packaging e prezzo è la classica sempre di RCMA

RCMA

 

Altrettanto ottima è la MAC Invisible.

Oppure potete orientarvi verso Ben Nye

Ben Nye Neutral Setting Powder

Oltre ad una cipria traslucida consiglio di avere anche una cipria “giallo banana” come la classica Ben Nye Banana Powder

e/o una leggermente colorata perchè può essere molto utile per pelli scure ma anche per aggiustare un colore di fondotinta non azzeccato perfettamente che ad occhio nudo risulta ok ma sotto determinate luci in fotografia potrebbe non essere perfetto.

Ombretti, Fard e illuminanti in crema

Un prodotto che consiglio vivamente e che è parte integrante del mio kit sono gli ombretti in crema.

In pot o in forma di matitoni retraibili o temperabili sono un ottimo prodotto per creare velocemente una base/primer sulla quale andare a lavorare con altro o da usare da soli.

E’ molto facile trovare finish satinati o molto glitterati e a prezzi abbordabili o elevati, KIKO, Urban Decay, Make Up Forever, Laura Mercier, Bobbi Brown, NYX (e l’elenco continua)

Meno facile trovarne di opachi.

Qui nuovamente viene in aiuto “mamma” MAC, infatti i classici Paint Pot sono tra i prodotti più usati. I colori che consiglio di avere sono i tre opachi Painterly, Soft Ochre, Layin’ Low. Il quarto opaco è  Quite Natural, potete anche farne a meno inizialmente e magari optare per un altro colore, non totalmente opaco ma estremamente versatile che è  Groundwork, un marrone/taupe con una impercettibile satinatura, utilissimo per infiniti effetti e/come base.

Matite occhi

Le colorazioni da avere dipendono anche dalla tecnica che preferite.

Senza dubbio avrete bisogno almeno di un marrone e di un nero. Se poi lavorate molto con le matite nella costruzione della sfumatura e mezzaluna avrete bisogno anche di un nocciola almeno ed in questo le matite di Kryolan e di Nyx hanno un buon compromesso di resa/spesa, un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Relativamente al Marrone e Nero che sono necessarie, questi sono i miei consigli

MAC

Il marrone per eccellenza è senza dubbio Coffee, si tratta di un marrone talmente particolare da dire che come Coffee c’è solo Coffee.

Per il nero io consiglio Feline e non Smolder, perchè la seconda tende a virare verso il verde quando lavorata troppo.

 RILASTIL

Un ottima alternativa quando ci sono sconti del 30 e del 50% sul makeup sono le due matite occhi Marrone e Nero

MESAUDA

Una alternativa ottima per il marrone è la Perfect Khol, sconsiglio la AQUA Khol perchè difficile da sfumare se siete agli inizi.

Per quanto riguarda gli altri colori, le matite utili sono tantissime, ma fanno sicuramente parte, a mio avviso, di un secondo momento di necessità rispetto agli inizi.

Matite Labbra

Sempre riferendosi ad un Kit base, non è necessario avere migliaia di matite se si riesce a sfruttare bene i colori necessari. Di sicuro avrete però bisogno di una/due tra Rosa più caldi e freddi e più o meno intensi, un paio di rossi, uno più blu e uno più neutro/caldo, uno o due marroni/mattone ed un paio di viola/prugna. Vi indico di seguito i nomi del prodotto LIP PENCIL di Mac Cosmetics come riferimento di colore. Ma potrete trovare ottime alternative on Wycon, Kryolan, KIKO e NYX

Whirl, Subculture, Soar | Redd, Ruby Woo o Cherry | Chestnut, Spice, Boldly Bare, Brick, Mahogany, Hover, Auburn | Vino, Prunella, Nightingale

Rossetti e Fard in Crema

Ho indicato pochi fard in polvere perchè a parte quei pochi colori necessari, è possibile giocare con i rossetti per ottenere quelle variabili necessarie a coprire una larga percentuale delle necessità di base.

Di sicuro, un po’ come le matite, avrete bisogno di un paio di colori Nude naturali, un paio di rossi, uno o due marroni e uno o due viola. Questo come base, giocando con le matite che avete.

Per questo motivo raccomando di mettersi a tavolino,  studiare il prodotto consultando i vari store e poi recarsi in negozio per vedere dal vivo e fare i migliori accoppiamenti tra le matite e i rossetti a disposizione.

Ulteriore consiglio che posso dare sulla scelta della texture del rossetto è questa:

Per le esigenze lavorative, secondo il mio modo di lavorare, risultano più utili i rossetti “classici” e prevalentemente opachi, rispetto a tinte labbra e rossetti liquidi, perchè risulta più facile lavorarli in particolare quando è necessario operare correzioni importanti.

Questo non significa che sia vietato utilizzare tinte, liquidi e prodotti “waterproof” ma di sicuro se siete agli inizi e dovete avere quei colori necessari, risulta più utile un prodotto versatile rispetto ad uno meno versatile.

Illuminanti in crema

E’ molto avere un illuminante in crema, dal colore e dal finish “sottile” e neutro. Intendo dire non un effetto esagerato ma quel tanto che basta. Questo vi permetterà sia di modificare il finish di un fondotinta opaco, sia di giocare con diverse luminosità e tridimensionalità.

Un prodotto che io reputo particolarmente performante e dal prezzo più che accessibile è il Pro Foundation Mixer di NYX Cosmetics. Altro prodotto simile è di KRYOLAN, Shimmering event Foundation nella colorazione Pearl.

Illuminanti in crema

 

Vi sarà molto utile avere un paio di illuminanti in polvere, uno più caldo e uno più freddo. Due sono più che sufficienti a mio avviso, da usare sia come illuminanti per il viso/corpo ma anche per modificare la texture di un ombretto opaco. Per questo motivo non ho inserito ombretti satinati tra i necessari, perchè con uno/due illuminanti potete modificare  il finish di ogni ombretto opaco.

Ricordo sempre che stiamo parlando di un kit essenziale per chi sta iniziando e ha necessità di contenere la spesa.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Pinterest

Post recenti

Impazzire per un sito

Qualcuno mi sta seguendo, lo so perchè me lo avete detto e mi fa piacere che chiediate informazioni sugli aggiornamenti della mia attività. Per questo

Leggi Tutto »